Achille Lauro e Sony hanno trovato definitivamente un accordo

Pubblicato il 1 Aprile 2020

Alla fine ce l’ha fatta. Nelle scorse settimane, Achille Lauro era stato nominato Direttore Creativo di Elektra Records/Warner Music Italy e a Sony Music Italia questa faccenda non era andata giù.

Il cantante infatti, tramite la società De Marinis Srl, aveva stipulato con la nota casa discografica un accordo che li rendeva licenziatari delle opere musicali dell’artista.

 


Le due parti, dopo un primo momento di tensione, hanno ufficialmente raggiunto un accordo transattivo,  in cui sono stati chiariti tutti i punti che regolamentano la fine del rapporto anche dal punto di vista economico. Achille Lauro e Sony  però, in una nota diffusa, non escludono futuri e nuovi rapporti di collaborazione.

 


Lo screzio iniziale risale allo scorso 17 febbraio, quando l’artista romano aveva annunciato il suo passaggio a Warner. La cosa non era piaciuta a Sony, con la quale Lauro De Marinis era sotto contratto. Era stato a quel punto che le carte erano state rimescolate: il management di Lauro aveva replicato che il rapporto tra Sony e l’artista non era diretto, ma mediato da una società, la De Marinis Srl.

La notizia della nomina

«È un onore per me dirvi che da oggi sarò il nuovo Chief Creative Officer di Elektra Records per l’Italia, etichetta internazionale che nella storia ha rappresentato Jim Morrison, i Doors, i Queen e altre leggende della musica internazionale. Anche le mie attività discografiche confluiranno in questa etichetta grazie alla firma di un nuovo contratto discografico con Warner Music Italia tra i più importanti della storia della musica italiana degli ultimi anni. Dio c’è» aveva annunciato sui social.

Achille Lauro è il primo artista in Italia ad avere un ruolo creativo in una music company multinazionale.

«Sono entusiasta di iniziare come nuovo Chief Creative per Elektra Records/Warner Music Italy, l’etichetta di superstar come Jim Morrison, i Doors, i Queen e gli AC / DC. Trovo somiglianze tra la nascita di questa etichetta e i miei primi passi nel settore discografico, quando, come i fondatori della Elektra Records, ho investito i miei pochi risparmi nella produzione dei miei album. Anche quella “k” che nel nome è stata aggiunta per l’etichetta a quello del personaggio della mitologia greca, torna nella mia nuova agenzia MK3, il cui nome si ispira alle tre “k” greche che indicano fulmini e saette (keravnoús kai keravnoús)» ha commentato l’artista, come riportato da Billboard italia.

Di seguito ecco come l’entourage del cantante aveva commentato la notizia.

Angelo Calculli (manager di Achille Lauro)

«Da due anni e mezzo lavoriamo con passione e dedizione perché tutto questo potesse diventare realtà. Quando ho conosciuto Lauro ho visto nel mio immaginario quello che oggi tocco con mano. È il giusto riconoscimento per un artista e per un ragazzo che passerà alla storia della musica italiana. E non solo della musica. Ho avuto la fortuna di individuare e scegliere i giusti partner per il progetto “Achille Lauro”: in primis Friends and Partners, successivamente Nicolò Cerioni e ora il Gruppo Warner»

Nicolò Cerioni (co-direttore creativo)

«Conoscere Lauro è stata un’esperienza folgorante. Firmare la co-direzione creativa con lui, oltre allo styling, del progetto Achille Lauro, mi rende orgoglioso. Il nostro obiettivo è quello di lasciare un segno tangibile e iconico, come successo a Sanremo, nella storia dello spettacolo in Italia e questo mi stimola a far sì che il nostro lavoro sia sempre all’avanguardia e si superi, in un’evoluzione continua fatta di arte, cultura, bellezza e spirito punk».



Stai ascoltando

Title

Artist

Background