“Albachiara” di Vasco ha spento 40 candeline

Pubblicato il 27 Maggio 2019

Questa volta Albachiara vuole attirare l’attenzione. Quarant’anni fa infatti, il 25 maggio 1979, usciva il 45 giri di quello che è uno dei più grandi successi di Vasco Rossi.

Per essere precisi però, il brano esordì il 30 aprile dello stesso anno. La traccia era contenuta all’interno del disco Non siamo mica gli americani!, ristampato successivamente nel 1984 con il titolo di Albachiara, come omaggio al successo dell’omonimo singolo.

Il testo di Albachiara – canzone composta da Massimo Riva – è stata scritto di getto dal cantante. Il rocker prese ispirazione da una ragazzina tredicenne di Zocca, paese natale del rocker, che vedeva ogni giorno passare davanti alla propria abitazione per andare a prendere l’autobus alla fermata.

Da lì, il resto è storia.

Il testo

Respiri piano per non far rumore
Ti addormenti di sera
Ti risvegli con il sole
Sei chiara come un’alba
Sei fresca come l’aria
Diventi rossa se qualcuno ti guarda
E sei fantastica quando sei assorta
Nei tuoi problemi
Nei tuoi pensieri
Ti vesti svogliatamente
Non metti mai niente
Che possa attirare attenzione
Un particolare
Solo per farti guardare

Respiri piano per non far rumore
Ti addormenti di sera
Ti risvegli con il sole
Sei chiara come un’alba
Sei fresca come l’aria
Diventi rossa se qualcuno ti guarda
E sei fantastica quando sei assorta
Nei tuoi problemi
Nei tuoi pensieri
Ti vesti svogliatamente
Non metti mai niente
Che possa attirare attenzione
Un particolare
Solo per farti guardare
E con la faccia pulita
Cammini per strada mangiando una
Mela coi libri di scuola
Ti piace studiare
Non te ne devi vergognare
E quando guardi con quegli occhi grandi
Forse un po’ troppo sinceri, sinceri
Si vede quello che pensi
Quello che sogni
Qualche volta fai pensieri strani
Con una mano, una mano, ti sfiori
Tu sola dentro la stanza
E tutto il mondo fuori


Continua a leggere

Articolo precedente

CINQUELIBRI


Thumbnail
Stai ascoltando

Title

Artist

Background