È finita: Marco Carta è stato assolto

Pubblicato il 31 Ottobre 2019

Marco Carta non ha “commesso il fatto” pertanto è stato assolto. Il cantante, arrestato lo scorso 31 maggio, era stato accusato del furto di alcune magliette del valore di 1200 euro, presso La Rinascente di Milano.

Durante il processo, il pm di Milano Nicola Rossato aveva chiesto una condanna a 8 mesi e 400 euro di multa. La difesa invece – affidata agli avvocati Simone Ciro Giordano e Massimiliano Annetta – voleva invece la piena assoluzione. Dopo mesi di dubbi, tensioni, e maldicenze, i giudici sono finalmente arrivati a un verdetto finale: Marco è stato assolto!

Una volta ricevuta la bella notizia via telefono, Carta ha subito postato un messaggio su Instagram: «Non ho mai smesso di credere. È come se oggi mi svegliassi da un brutto sogno. Perché è questo che rimane, solo un brutto ricordo in via d’estinzione. Ringrazio tutte le persone che non hanno mai creduto neanche per un secondo alle cattiverie dette gratuitamente. Grazie alla mia famiglia, ai miei amici, quelli veri. Grazie Sirio, amore mio. Adesso posso riprendere ancora più forte la mia musica e le mie giornate, ora posso tornare a sorridere». Il vincitore di Amici 2008 e del Festival di Sanremo 2009, non era presentate in aula.

«Marco Carta è innocente, e ora lo possiamo dire ad alta voce. È stata una vicenda minimale, ma la notorietà aiuta e spero che possa essere d’aiuto a tutti per capire che i processi si fanno nei tribunali. La difesa aveva sempre portato avanti una linea il signor Carta ha sempre dichiarato la sua innocenza, oggi un giudice ha acclarato ciò e la questione per noi è chiusa qui. Se la procura impugnerà la sentenza, ci rivedremo in Corte d’Appello» hanno commentato i legali.

«Il dato è talmente certo che siamo sicuri che la vicenda finirà qui. Dai filmati emerge l’estraneità totale di Carta e la condotta delittuosa della Muscas (l’infermiera 53enne anche lei arrestata, e per la quale il procedimento è ancora in corso, ndr), ma dalle immagini mostrate in aula è chiaro che Carta non poteva essere consapevole di condotta fraudolenta della Muscas. Attendiamo comunque le motivazioni del giudice» concludono.



Continua a leggere

Prossimo articolo

Brucerò per te


Thumbnail
Articolo precedente

Il cielo


Thumbnail
Stai ascoltando

Title

Artist

Background