Ghali: «scriverò la nuova “Imagine” e voglio cantare al Coachella»

Pubblicato il 16 Novembre 2018

Ghali, il rapper milanese proveniente dalla cittadina di Baggio, durante un’intervista per Il Messaggero ha svelato suoi piani per il prossimo futuro:

«Il nuovo disco arriverà nel 2019, poi ci sarà un altro tour, e un film di cui sono sceneggiatore e regista. Nel disco baderò solo all’istinto, non ho più bisogno di dimostrare niente a nessuno. Ho un disegno nella testa di ciò che succederà. In Italia sono io quello che farà la nuova Imagine. Un brano che unirà tutti. E poi un pezzo esploderà nel mondo arabo e uno nell’America Latina. Voglio suonare in Tunisia e al Coachella Festival» ha raccontato il trapper.

Il nuovo disco

Dopo Album uscito nel 2017, Ghali non sembra voler svelare molti dettagli su quello che sarà il nuovo disco in cantiere. Gli ospiti – o special guest con cui realizzerà delle collaborazioni (featuring) – saranno sia italiani sia internazionali ma, ancora non ne si conoscono i nomi. Ipoteticamente parlando, il trapper ha nella lista delle collaborazioni da sogno cantanti del calibro di Jovanotti, Caparezza e Manu Chao.

Presenza sicura al 100%, oltre che immancabile, è il producer Charlie Charles «il mio architetto di successi, e vorrei provare a entrare in studio con la band» continua.

Il battibecco social tra Salmo e Salvini

A Ghali, sempre durante l’intervista, è stato chiesto un parere sulla diatriba via social che nei giorni scorsi, ha visto protagonisti il collega e rapper Salmo – di cui è appena uscito  il nuovo album “Playlist” – e il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini.

La causa è stato questo invito rivolto dal rapper sardo, ai propri fan: «Non puoi stare con Salvini e ascoltare hip hop. Strappa le mie magliette, brucia i cd. Oppure cambia la tua idea del caz**» – a cui Salvini aveva risposto così: « Se state con Salvini STRAPPATE le mie magliette e BRUCIATE i miei CD”. Lo dice il rapper SALMO. Mamma mia che tristezza, apri la mente, fratello!».

Il commento di Ghali

Ghali ha commentato: «Salmo è un grande ma invece il bello è che chi vota Salvini viene a vedere i nostri concerti per accompagnare i figli. Il vero corto circuito» -perché é convinto che – «la gente che incontro mi dà enorme speranza per questo Paese. A me sembra proprio una bella Italia».



Continua a leggere

Stai ascoltando

Title

Artist

Background