Per Elio, un Ambrogino d’Oro grazie!

Non solo musica: a venir premiate sono state tante altre discipline, protagoniste della serata meneghina più attesa dell'anno

Nomi illustri, ben 15 sono state le personalità protagoniste della serata meneghina per eccellenza, l’Ambrogino d’Oro: l’alta onorificenza conferita dal comune di Milano a coloro che apportano valore aggiunto e prestigio alla nostra città.

La lista dei premiati

Fra i nomi dei candidati all’Ambrogino d’Oro, nonché uno dei vincitori finali, spicca Stefano Beliseri, in arte Elio. Il leader e frontman della band gli Elio e le storie tese è stato l’unico artista per quanto riguarda la categoria musicale.

Ma non solo musica. A esser premiate sono state anche altri diversi tipi di discipline. Dall’economia con Diana Zanè (economista e presidentessa del gruppo Ivri), Marco Recalcati, Marco Alloisio, Filippo Crivelli, Alberto Fontana, Simona Polo, Fabio Roia, Andreaina Rocca Bassetti, alla danza con il ballerino della Scala Jacopo Tissi.

Per quanto riguarda la categoria cucina sono stati premiati gli chef Massimo Bottura e Claudio Sadler con l’Osteria di Porta Cicca, situata nel cuore di Milano, in Ripa di Porta Ticinese. Premiate anche Anna Szore’nyi, sopravvissuta del campo di concentramento di Auschwitz e la partigiana Laura Francesca Fabbri Wronowski, nipote di Giacomo Matteotti.