Sfera Ebbasta: «A X Factor capirete chi sono realmente»

Scritto da on 3 Giugno 2019

Il King della trap italiana si porta a casa un altro titolo: quello di giudice di X Factor. Dopo la departita di Fedez, era più che necessaria l’entrata in campo di un artista così pop(olare).

Il personaggio musicale più fresh e controverso del momento, con all’attivo un quantitativo spropositato di dischi d’oro, platino e chi né ha più né metta, sederà sulla poltrona del talent canoro assieme a Mara Maionchi (settima volta da giurata) e le nuove entrate Samuel (ex leader dei Subsonica) e Malika Ayane.

Le redini della conduzione del famoso programma firmato Sky sono state affidate, per il nono anno consecutivo, ad Alessandro Cattelan che, non si fa mancare nulla ed entra a far parte anche degli autori in qualità di creative producer.

Chi ha creduto in Sfera

A credere nel ventisettenne Sfera, all’anagrafe Gionata Boschetti, è stata la società Freemantle Italia, leader nella produzione di programmi televisivi d’intrattenimento del calibro di The Voice of Italy, Italia’ s Got Talent e ovviamente X Factor.

Dopo il tentativo non andato a buon fine di far ricoprire al cantante il ruolo di giudice in The Voice of Italy (Rai2), è quindi tornata alla carica. A battersi in prima linea per lui, c’era Carlo Freccero – direttore di Rai2 – che in un’intervista su 7 ha spiegato:

«Mi hanno stoppato sul suo nome, soprattutto a causa dei testi disturbanti delle sue canzoni. Ma allora si pone una domanda culturale e filosofica. Ciò che è politicamente scorretto deve essere escluso dalla Rai? Penso di no, altrimenti perdiamo il mondo dei ragazzi e dei social».

Insomma, per amore degli ascolti e dei likes, l’emittente si è aperta al nuovo, seguendo la linea social-oriented di Sky.

La tragedia di Corinaldo

La Rai precedentemente aveva bloccato la partecipazione di Sfera come giurato a The Voice of Italy, presumibilmente per la questione legata alla vicenda della tragedia, avvenuta lo scorso dicembre, nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo.

Sei persone morirono schiacciate dalla calca in fuga dal locale, a causa di spray urticante presente nell’aria. Le giovani vittime stavano aspettando l’esibizione del trapper. L’episodio, inutile dirlo, ha segnato molto l’artista che si è tatuato 6 stelline in ricordo delle vite perse.

Le polemiche sui social

Non potevano mancare sui social, le reazioni di coloro che non reputano adatta la sua presenza in tv. I temi principali delle polemiche sollevate da alcuni utenti riguardano principalmente: i testi delle sue canzoni e il diverso trattamento adottato nei confronti di Asia Argento, licenziata dopo le accuse di molestie da parte di Jimmy Bennet.

A quest’ultima accusa, la produzione ha risposto via social: «Sono vicende totalmente diverse. Per quanto riguarda Asia, di comune accordo con lei, Sky Italia e Fremantle hanno deciso di interrompere la collaborazione per la fase dei Live visto che in quel momento i contorni e i possibili sviluppi non erano chiari. Sulla vicenda, molto dolorosa, in cui Sfera si è trovato coinvolto, pensiamo sia giusto lasciare che la giustizia faccia il suo corso per rispetto verso le vittime e le loro famiglie».

La mission di Sfera

Una preziosa occasione e rivincita per il trapper che ha commentato così l’opportunità:«X Factor sarà il microfono attraverso il quale vorrei raccontare chi sono veramente non quello che gli altri dicono di me. Sarà il microfono che farà conoscere la trap, un genere musicale di cui spesso si parla dicendo cose senza senso, quando il senso è solo uno: è la musica che racconta questi tempi, anche le vite di chi la critica. Di chi la sente e non la ascolta». Idee chiare e passo deciso, insomma.


Continua a leggere

Stai ascoltando

Title

Artist

Background