Sgarbi contro Clooney per quello che rimane del set cinematografico

Pubblicato il 21 Settembre 2018

Vittorio Sgarbi, critico d’arte e deputato di Forza Italia, è parecchio arrabbiato con l’attore americano George Clooney e la produzione di Catch 22, la serie tv tratta dal capolavoro di Joseph Heller “Comma 22”. Essendo anche il sindaco di Sutri, il paesino in provincia di Viterbo che ha ospitato le riprese della suddetta serie diretta dall’attore stesso, in preda alla rabbia ha rilasciato questa dichiarazione:

«L’iniziale nostra soddisfazione per la promozione della cittàsi è però mutata in disappunto… si è registrata, a fronte di un modesto contributo al Comune di appena cinquemila euro, una manomissione del paese talvolta impertinente, talvolta prepotente».

Inoltrando anche una protesta formale alla produzione della serie: «Lo strato di terra collocato per ricoprire i selciati e restituire l’aspetto originario di terra battuta è stato rimosso lentamente, senza particolare cura, facendo sollevare polveri fastidiose, costringendo così i cittadini a ripulire».

«Credo che un uomo che ama l’Italia come George Clooney avrebbe dovuto mostrare maggior cura e delicatezza» ha concluso il deputato sindaco.



Stai ascoltando

Title

Artist

Background