Ecco perché Enrico Nigiotti sarebbe indagato

Pubblicato il 19 Giugno 2020

Una presunta frode assicurativa è quella che sta travolgendo il cantante Enrico Nigiotti e altre  71 persone. La Procura di Livorno ha aperto una maxi inchiesta denominata “Triade Sicura” su una presunta organizzazione che frodava le assicurazioni, attraverso una serie di sinistri stradali per i quali sarebbero state fornite false documentazioni mediche.

 

Enrico Nigiotti è stato accusato di aver accettato di falsificare i documenti del brutto incidente in cui è rimasto coinvolto nel 2019, mentre si recava al Festival di Sanremo.


Sui social è stata diffusa una nota ufficiale in cui il cantante afferma la sua estraneità ai fatti:

«Riguardo l’operazione “Triade Sicura”, che oltre me vede indagate altre 71 persone con una serie di sinistri stradali, attualmente non sono a conoscenza degli atti di indagine avendo saputo solo il titolo di reato per il quale si sta procedendo. Io sono rimasto coinvolto un anno fa in un brutto incidente stradale nel quale ho rischiato la vita. Confido di poter chiarire il prima possibile la mia posizione ma, al momento, devo ancora ricostruire i fatti e recuperare i documenti relativi al risarcimento del danno derivante da quel sinistro. Ho piena fiducia nella Magistratura e valuterò con il mio Avvocato le iniziative da intraprendere a tutela della mia persona. Al momento posso solo dichiarare la mia estraneità a qualsiasi fatto di natura illecita, avendo sempre agito nel pieno rispetto della Legge».


 



Stai ascoltando

Title

Artist

Background