Roberto Alessi

Pubblicato il 28 Settembre 2018

Roberto Alessi è nato nel 1953. Non fate i conti: poi è arrivato l’euro che ha dimezzato la somma dei soldi in banca, ma (lui ne è convinto) anche la somma degli anni d’età. Non si è laureato in scienza della comunicazione, in compenso a 14 anni ha fatto il primo lavoro (commesso, poi vetrinista, poi insegnante, perfino modello… senza vergogna).

Diplomato a Brera, è arrivato alla Rizzoli editore giovanissimo. Ha scritto per tutti, da Bella a Playboy, da Annabella a Novella 2000, dalla Domenica del Corriere a Oggi. Quindi alla Rusconi (Gioia, Gente e Gente mese). Arrivato alla Mondadori ha fondato Chi (vicedirettore) accanto a Silvana Giacobini. Ha rilanciato Star Tv (un successo e una botta di fortuna).

Poi Urbano Cairo l’ha voluto a Diva e donna, Natural Style e For Men.

Da sei anni circa è direttore di Novella2000, Visto, Novella2000.it. Scrive di vita moderna per il quotidiano Libero.

Ha lavorato tanto in radio, un po’ tutte quelle grandi.

Anche in tv si dà da fare come opinionista da circa 15 anni. Ora parla di cronaca rosa da Barbara d’Urso a Canale 5 e di cronaca nera da Eleonora Daniele su Rai1 a Storie italiane.

Non capisce una mazza di calcio, ma sa tutto sulla vita privata dei calciatori e come tale è stato chiamato dal direttore Alberto Brandi per i mondiali di Mediaset.

Ha scritto una decina di libri (ha aiutato anche Gianni Versace a scrivere la sua unica biografia firmata dallo stilista). Ha insegnato giornalismo. È relatore letterario (parola grossa: presenta i libri scritti dagli amici).

Da un anno è sbarcato a Lattemiele. Gli piace da matti: «Questa radio è magica. In più, finché regge la voce e mi vogliono, ci puoi lavorare fino a novanta e non devi mettere la cravatta».



Stai ascoltando

Title

Artist

Background